domenica 17 aprile 2016

mercoledì 19 agosto 2015

SUOR PRESA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

In un convento di clausura, la suora addetta alle pulizie, trova degli spruzzi di urina sulla tavoletta del water, va dalla madre superiora la quale deduce che nel convento ci debba essere un uomo. Dopo svariate ricerche, e data l'impossibilità di accedere al convento dall'esterno, l'unica conclusione è che l'intruso si sia nascosto fra le suore. La madre superiora allora decide di passare in rassegna tutte le suore, esaminandone le parti intime.Le sistema in fila e chiede loro a turno di alzare la veste e dire il proprio nome. Inizia la prima, alza la gonna e dice: Suor Maria! La seconda: Suor Giuliana! La terza: Suor Addolorata, e così via fino all'ultima suora, la quale alzandosi la gonna esclama: SUORPRESA!!!!!

domenica 12 luglio 2015

MAL DI GOLA IN PRIGIONE...................

Un negro ed un bianco, accusati di un atroce delitto, vengono condannati a vent'anni e rinchiusi nella stessa cella, decidono di soddisfarsi sessualmente decidendo Il ruolo (maschio femmina) a testa è croce.
Stranamente per diverse sere il bianco vince, ed il nero è costretto a fare la donna, mettendosi in posizione a 90 gradi.
La prima sera il negro si gira di scatto e vede il bianco che si spalma "l'arnese" con una crema,domanda cosa sia e lui risponde che si tratta di vasellina, "così avrai meno male durante l'introduzione".
Per parecchie sere di seguito il bianco vince e la scena si ripete, poi una sera il negro vince, ed è il bianco che si deve mettere a 90 Gradi.Quando si gira per vedere cosa fa il negro, lo vede che si spalma sul suo "arnese" una strana sostanza, e chiede cosa sia: è del vicks, così avrai meno male alla gola.

sabato 7 marzo 2015

INNOCENZA INFANTILE

Un bimbo vede la madre sopra al papà,
mamma, ma cosa fai nuda sopra il papà, salto per sgonfiargli la pancia, mamma, fatica sprecata, perchè ogni mattina la zia, s'inginocchia e gliela rigonfia

venerdì 6 marzo 2015

POLPETTE DI MELANZANE

Ogni tanto si torna nel proprio blog, eccomi con una ricettina veramente energetica, economica e molto buona.
Innanzi tutto, piccola storia della melanzana.
Originaria dall'India, si coltiva sin dalla preistoria, arrivata in Europa nel Medioevo, portata probabilmente dagli Arabi. Ortaggio versatile e si presta a molti usi.
Procedimento:
Tagliare le melanzane in pezzi grossolani, adagiarli in una teglia da forno, irrorare con olio di oliva e infornare a 180° circa per 25 minuti circa, lasciare raffreddare e strizzare per eliminare l'acqua in eccesso. Passare nel passa verdure e mettere in seguito la polpa ottenuta in una ciotola, aggiungere (io vado a occhio), uovo, formaggio grattugiato, prezzemolo, aglio, sale pb, e pane grattugiato, amalgamare, formare delle polpettine grandi come una noce circa, passarle nel pane grattugiato e friggerle in olio bollente. Scolare l'olio in eccesso in carta da cucina e.......buon appetito!!!
PS. Mia madre, soffriggeva metà cipolla, aggiungeva del pomodoro e a metà cottura, ci metteva le polpette di melanzane, da leccarsi i....baffi!

lunedì 25 agosto 2014

PILLOLINA ENERGETICA


5 regoline per la felicità di ogni donna.
1) E' importante che l'uomo le voglia bene
2) E' importante che non la tradisca mai
3) E' importante che non le dica mai bugie
4) E' importante che sia bravo a letto
5) E' importante, ma mooooolto importante, che questi quattro uomini non si incontrino mai!!!!!!!!!!

OTTANTENNE SPROVVEDUTA E PARROCO CURIOSONE!!!!!!!

Il parroco di un paese, decide di fare visita alla signorina Mariuccia, in occasione del suo ottantacinquesimo compleanno,tutti i musicisti della zona, sono stati praticamente forgiati da lei, Mariuccia è l'unica maestra del paese di organo e pianoforte. Quando il parroco entra in casa, nota sopra all'organo un bicchiere con un preservativo che fluttua nell'acqua. Il parroco non crede ai propri occhi, tuttavia cerca di dissimulare la sorpresa, per non mettere in imbarazzo la vecchietta. Mentre Mariuccia racconta cosa ha fatto in ottantacinque anni di vita, il parroco non riesce a distogliere lo sguardo dal bicchiere col preservativo che ballonzola nell'acqua. Ad un tratto, morendo dalla curiosità e dopo aver preso coraggio con due bicchieri di vino, prende fiato e chiede indicando il bicchiere: figliola, perdonami, mi potresti spiegare cos'è quello? Quello? Risponde Mariuccia, oh ma è meraviglioso! L'anno scorso stavo camminando per la piazza del paese, quando notai per terra una bustina che diceva: collocare sull'organo, mantenere umido e preserverà da qualsiasi malattia, pensi diceva, da allora, nemmeno un raffreddore 

domenica 24 agosto 2014

.........L'IMPERMEABILE!!!!!

Un aitante giovanotto, entra in una farmacia per acquistare un profilattico, ma quando arriva al banco si accorge che la farmacista è una bellissima ragazza, rosso e imbarazzatissimo le dice: scusi vorrei....vorrei un...impermeabile. La farmacista capisce al volo, lo serve e accompagnandolo alla porta gli sussurra ad un orecchio: se vuole completare l'impermeabile con un collo di pelliccia, io finisco di lavorare alle sette e mezza!

martedì 25 marzo 2014

BURLONE!!!!!!!!!

Spiritoso! Bello 

Scherzo da prete

TORTA DI RISO DELL'AMICA DORA

TORTA DI RISO DELLA NONNA
200 gr di riso
1litro di latte
150 gr di zucchero
100 gr di mandorle sminuzzate
30 gr di cedro candito
3 uova intere
5 tuorli d'uovo
Procedimento:
Far cuocere il riso nel litro di latte, a fine cottura lasciarlo raffreddare, unire tutti gli ingredienti, lasciando per ultimi le tre uova e i cinque tuorli.
Mettere in forno a (180°) e cuocere per circa 35/40 minuti.
Quando sarà completamente fredda, cospargere con zucchero a velo, ottima per gli intolleranti al glutine


sabato 8 marzo 2014

CHI DICE DONNA.................




DONNA INCONTENTABILE E BRONTOLONA!!!!!!!

PASTA E PATATE ALLA SICILIANA

INGREDIENTI: 
cipolla
gamba di sedano
patate (tagliate a cubetti piccoli)
olio d'oliva
pancetta (facoltativa)
pomodorini (o qualche cucchiaio di pelato)
scorza di parmigiano
formaggio grattugiato
sale quanto basta
pepe o peperoncino (facoltativo)
PROCEDIMENTO:
Fare un battuto di cipolla e sedano, rosolare con olio e pancetta (facoltativa), aggiungere pomodoro e patate aggiungere un dado aggiustare di acqua e cuocere.
Quando le patate saranno cotte, "calare" la pasta che deve essere corta o spaghetti spezzettati, a cottura ultimata, impiattare aggiungendo olio crudo e spruzzata di parmigiano.
PICCOLO CONSIGLIO: ricordo che mia madre, usava per questo semplice ma gustoso piatto, tutti i rimasugli di pasta, e l'effetto era veramente gradevole, ed era una maniera per consumare piccoli quantitativi di avanzi.

venerdì 21 febbraio 2014

MARMELLATA DI MELE COTOGNE

Un po di storia:
La mela cotogna è una specie di ibrido, fra una pera ed una mela, ha la polpa acidula e già gli antichi greci la usavano come medicina per il suo potere astringente.
MARMELLATA INGREDIENTI:
Un chilo di mele cotogne 800 grammi di zucchero
Sbucciare le mele e tagliarle a fette,
metterle in un casseruola con l'acqua e portare a cottura, frullare e rimettere nella casseruola, unire lo zucchero e continuare la cottura a fuoco moderato, importante mescolare spesso.
Quando la marmellata ha raggiunto la giusta consistenza, disporla nei vasetti sterili, chiudere ermeticamente e mettere a riposo in ambiente asciutto e buio prima di consumarla.
Che ne dite! Proviamo?
facile, buona e sopratutto velocissima!!!!!!

martedì 11 febbraio 2014

mercoledì 29 gennaio 2014

VECCHIETTE IN CHIESA

Due anziane signore, stanno assistendo alla santa 
messa, la funzione è lunga, ed una delle due dice all'altra, te! A forza di stare seduta, mi si è addormentato il sedere, e l'altra: si mi sono accorta, l'ho già sentito....russare tre volte!!!!!!!

sabato 27 aprile 2013

VENGO ANCH'IO................NO TU NO!!!!!!

Marito e moglie, stanno facendo appassionatamente l'amore, ad un certo punto lei urla: "sto venendo", il marito: "anche io amore", il figlio dall'altra stanza: voglio venire anche io, a quel baccano il nonno urla: ma insomma, dove cazzo andate tutti a quest'ora..............!!!


INTELLIGENZA DI UN MARITO

-Ciao! Tu di cosa sei morto?
- Sono morto congelato e tu?
- Io sono morto di gioia
- Come di gioia, spiegati meglio
- Bhè! sono tornato a casa all'improvviso ed ho trovato mia moglie completamente nuda sul letto, allora mi sono detto: questa ha un amante, ed ho cominciato a cercare dapertutto, sotto il letto, negli armadi, in cucina in bagno e dal momento che non ho trovato nessuno, mi sono rilassato, ed è stata talmente grande la gioia di essermi sbagliato, che sono morto d'infarto, il mio cuore non ha retto.
- Pirla!!!!!!! se avessi aperto e controllato nel congelatore, ora saremmo vivi tutti e due!!!!!!!!!!!!!

mercoledì 6 febbraio 2013

mamma li turchi!

 
  


   Grassa? no diversamente magra!!!!!!

martedì 29 gennaio 2013

mercoledì 15 dicembre 2010

ARROGANZA PUNITA

Un ispettore dell'acquedotto si presenta in un casa colonica, e parlando con il fattore, gli spiega che deve ispezionare il terreno per controllare l'impianto idrico. Il vecchio contadino gli rispose: controlli pure, però eviti di andare in quel campo laggiù. L'ispettore stizzito e arrogante gli risponde: io ho l'autorità di poter andare dovunque mi aggrada e dovunque sia necessario, la vede questa tessera? mi permette d'ispezionare qualunque luogo, mi ha capito? Il contadino china la testa ed in silenzio riprende il suo lavoro.Poco dopo, si sentono delle urla e si vede l'ispettore fuggire a gambe levate chiedendo aiuto, inseguito da un toro infuriato.
Il contadino alza la testa dal suo lavoro e tranquillo sorridendo grida: La tessera, gli mostri la tessera!!!!!!

lunedì 15 novembre 2010

Donne di mondo

giovedì 12 agosto 2010

Non solo pesto.




Ho sempre sentito parlare del pesto genovese con abbondante basilico, ma non pensavo ci fosse un pesto di zucchine. C'è sempre da imparare, ed io imparo. Da come ho letto è anche una ricettina semplice, semplice, ed eccola, quì di seguito.
Ingredienti della ricetta:
400 g di fusilli
6 zucchine piccole e sode
1 manciata di pinoli
2 manciate di pecorino grattugiato
1 spicchio d’aglio piccolo
1 rametto di menta
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale q.b
Procedimento:
Con l’aiuto di un frullatore, frullate le zucchine lavate e tagliate a tocchetti con l’aglio, i pinoli, il pecorino, un pizzico di sale e tanto olio quanto basta per ottenere una crema omogenea.
Lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e conditela con il pesto preparato e le foglioline di menta.
Io non amo la menta e non la metterò, però se voi volete cimentarvi e provarla se vi piace mettetela.
Quando eseguo una ricetta, non bado mai alle quantità, ma preferisco andare a occhio e anche la scelta della pasta vado a piacere, anche se il pesto si sposa benissimo con i fusilli. Le zucchine, per questa ricettina, devono essere piccole, in maniera che risulteranno morbide.
Una mia amica virtuale, l'ha eseguita con una piccola variante: Ha aggiunto, parmiggiano, un pizzico di pepe e delle acciughine. Provate anche voi!
PS. chi non gradisse le zucchine crude, (che sono buone) si possono sbollentare.

lunedì 9 agosto 2010

SACRIFICIO D'AMORE.......



ue contadini, coniugi ormai da parecchi anni, notando un notevole calo del desiderio amoroso, decidono di rivolgersi ad un medico sessuologo, durante il primo colloquio, il medico intuisce subito il problema, e chiede gentilmente al marito di uscire, vuole parlare con la moglie: vede signora, quello che manca al vostro rapporto è...si...insomma, sono un po' di..... preliminari, "preliminari" ? E che sono sti preliminari! Bhè! Si! insomma, i preliminari......aspetti, le faccio un esempio: vede lei dovrebbe baciare, si insomma, dovrebbe baciare dove suo marito fa la pipì, Ladonna guarda il medico schifata: ma dottò, solo l'asse, o anche le piastrelle intorno................................


Pillole di.....saggezza: Il giovane corre più veloce dell'anziano, ma l'anziano, conosce la strada................

Nero razzista.






l negretto Tommy, sta giocando nello sgabuzzino di casa, ma mette un piede in fallo e si rovescia addosso un potente candeggiante per il bucato. Corre subito a sciacquarsi nel lavandino del bagno
e guardandosi allo specchio, si accorge che la sua pelle è diventata bianca! Corre in cucina dalla mamma: Mamy, Mamy, guardami! Ma lei è impegnata a far la pasta, Va via Tommy, vai a giocare, non vedi che la mamma lavora duramente? E non lo guarda neppure. Allora il bambino corre in camera dalla sorella: Mary, Mary, guardami! Ma lei è impegnata a studiare: va via Tommy, domani ho un esame importante! E non lo guarda neppure. Per ultimo corre nella legnaia dal padre: Papy, Papy guardami! Ma lui è impegnato a spaccare la legna va via Tommy, il babbo lavora duramente! E non lo guarda neppure.
Allora tommy, si allontana borbottando arrabbiatissimo: Ahò! non so' nemmeno cinque minuti che so' diventato bianco e già sti negracci, mi stanno sul cavolo.

Pilloline di saggezza: I vizi degli altri li abbiamo davanti agli occhi, i nostri dietro le spalle.





domenica 8 agosto 2010

Mal pensante.


Torino: al raduno di ex ufficiali reduci della guerra del 15-18, un colonnello, invita a ballare la vedova di un famoso comandante e se ne innamora. I due ballano tutta la sera, guardandosi negli occhi senza scambiarsi una parola, estasiati per l'atmosfera che si era venuta a creare fra loro. Finalmente riescono ad avere un momento di intimità, il colonnello: Cara il colore dei suoi occhi, mi ricorda il blu del cielo che vedevo durante le battaglie a fianco dei miei soldati, nella guerra del 15-18. La vedova rossa in volto: ....oohhh!
e ancora il colonnello: cara, il rosso delle sue labbra, mi ricorda il sangue dei miei soldati feriti in battaglia, nella guerra del 15-18 e la vedova sempre più imbarazzata: Ohhhhh!
Cara è tutta sera che balliamo e l'emozione di averla incontrata, mi ha fatto dimenticare di chiederle il suo nome........
La vedova: Caro.....io mi chiamo come quella cosa che tu e i tuoi soldati, desideravate tanto, nella guerra del 15-18...... e lui titubante: ehm B.. B.. Bernarda? NOOOO! Mi chiamo Vittoria!

Pillolina di saggezza: Perchè darsi tanto pensiero per le ricchezze? A che serve? Tanto non le porteremo come bagaglio!!!!!

venerdì 6 agosto 2010

esperienza di medico ventennale






on sentendosi molto bene, un tizio, si reca da un dottore, anzi,
potendoselo permettere, va da uno dei piu' importanti e famosi luminari
di medicina e gli dice: Dottore, da qualche tempo non mi sento
affatto bene; sono stanco, ho mal di testa, non ho appetito, ho nausea,
ecc.
Il dottore lo visita attentamente e alla fine gli dice: Non
si preoccupi; non c'e' nulla di grave. Lei ha solo bisogno di aria
pura. Vada in vacanza in montagna in mezzo ai boschi e vedrà che tutti
i suoi sintomi spariranno.
E il tizio: Ma e' sicuro, dottore? Certo, non ho dubbi! Ma insisto, dottore, e' proprio sicuro? E il dottore: Ma certo, glielo ripeto. Sono sicuro. In fondo ho un'esperienza da dottore ventennale. E il tizio: Beh, vede, dottore, io faccio il boscaiolo da piu' di 30 anni!

Piccole pilloline di saggezza: Solitamente si dice, quando il diavolo accarezza, vuole l'anima.

mercoledì 4 agosto 2010

Fragole alla grappa.




Per conservare la fragranza delle fragole, si possono mettere nella grappa. Questo liquore, tipico del nord, per assurdo è nato al sud e precisamente sono stati i frati della scuola medica di Salerno che nel dodicesimo secolo distillarono per primi "l'acqua ardente" che fu l'antenata dell'attuale grappa. Se si vuole assaporare delle buone fragole in inverno, ecco una buona e facile ricetta.
Ingredienti:
fragole 1 kg. Grappa 1 litro, zucchero 1 kg.
Pulire le fragole e disporle in vasi sterilizzati. In una casseruola unire lo zucchero e la grappa, mettere sul fuoco, fino a completo scioglimento dello zucchero. Lasciare intiepidire versare il liquido dolcemente sulle fragole e chiudere ermeticamente. Conservare in luogo asciutto e buio per almeno un mese prima di gustare.
Questa ricetta è talmente facile che la può eseguire chiunque.

lunedì 2 agosto 2010

Dieta pericolosa

SE UNA DIETA

DRASTICA, COLPISCE

IL DI DIETRO COSI'

NON VOGLIO

PENSARE AL

DAVANTI! PERO' IL

FILO INTERDENTALE FRA LE CHIAPPE, SE LO POTEVA

RISPARMIARE!!!!!

mercoledì 28 luglio 2010

Burca antico.




CAMBIANO I TEMPI.

CAMBIANO LE MODE,

MODELLO BURCA,

MOOOOLTO ANTICO,

DIREI PREISTORICO!!!

domenica 25 luglio 2010

Aceto amore mio



Da anni, ho sostituito l'aceto di vino, con l'aceto di mele, ne apprezzo le molteplici proprietà e benefici.
L'aceto di mele si ricava dal sidro o dal mosto delle mele, ha un’ azione battericida, che previene enteriti e diarree causate da salmonelle e altri batteri dannosi per il nostro organismo. Per questo motivo è buona norma berne un cucchiaio in mezzo bicchiere d’acqua, prima di mangiare alimenti di dubbia freschezza o per favorire la salute dell’apparato digerente.
In quali altri casi può essere utile usare l'aceto di mele?
Per combattere il mal di gola, si devono fare dei gargarismi con un cucchiaino di aceto di mele aggiunto a mezzo bicchiere d’acqua. Alla fine del gargarismo, deglutite il tutto. Questo serve a disinfiammare le parti profonde della gola.
Per far passare il mal di testa o emicrania, far bollire in un piccolo recipiente acqua ed aceto in parti uguali. Quando i vapori cominciano a salire di devono ispirare parecchie volte, per almeno 5 minuti.
In caso di alito pesante, bere a digiuno un cucchiaino di aceto in mezzo bicchiere d’acqua e successivamente sciacquarsi la bocca.
Se si soffre di insonnia, si possono unire 3 cucchiai di aceto con una tazzina di miele. Prenderne due cucchiaini prima di andare a letto e se non si prende sonno, dopo mezz’ora prenderne altri 2.
Per cercare di dimagrire, prendere prima di ogni pasto un cucchiaio di aceto sotto la lingua per 1 minuto, se non si sopporta puro, diluire in un bicchiere d’acqua. Si otterrà un calo di peso costante perché l’aceto di mele aiuta a velocizzare il metabolismo e a bruciare grassi.
In caso di gengive sanguinanti, fare dei risciacqui con un cucchiaino di aceto in un bicchiere di acqua.
Contro l'acne giovanile, in quanto aiuta il ricambio epidemico, grazie all’azione della pectina in esso contenuta, combattendo la stipsi e favorendo l’eliminazione delle scorie organiche che tendono a trasferirsi nei tessuti cutanei.
Come si può notare, i benefici sono tanti, oltre al condimento di ottime insalate.
Inoltre!
Due cucchiaini diluiti in un bicchier d'acqua e presi alla mattina appena alzati garantiscono una diminuzione di peso di tre chili al mese. Nei casi più tenaci si può ripetere la "cura" durante i pasti principali bevendo a piccoli sorsi lungo tutto il pasto. Una volta raggiunto il peso ideale, si continua a prendere un bicchiere al giorno di acqua e aceto di mele e questo, dice Scott, non solo mantiene il peso, ma serve alla salute in generale. Ricco, dunque, di potassio e oligoelementi, l'aceto di mele normalizza il liquido del nostro corpo,

martedì 20 luglio 2010

Cose da far-west




n un saloon del far west, un prestigiatore chiede un po di attenzione ai cow-boys presenti, perchè vuol far vedere un nuovo gioco di prestigio: C'è qualcuno che vuole scommettere, che riesco a fargli sollevare il suo attributo? Un tizio si offre volontario, tira giù i calzoni e....BIM BUM BAM, ed ecco che il suo membro è in piedi. Tutti applaudono e il prestigiatore aggiunge: ora se qualcuno fischia, tornerà nella sua posizione normale. In effetti al fischio di un cow-boy, l'organo torna normale. Dalla sala si fa avanti un vecchietto che dice: A me non si alza più da circa quarant'anni, scommetti che con me il tuo prestigio non funziona? Non c'è nessun problema e....BIM BUM BAM e il pene del vecchietto presenta una splendida erezione. A quel punto l'anziano tira fuori la colt e urla: Guai a voi! Il primo che fischia, lo faccio secco!!!

Pilloline di saggezza: Fare molta attenzione ai fanciulli che ascoltano, anche i piccoli hanno orecchie buone!


domenica 18 luglio 2010

Canicola.


SENZA

PAROLE!

Amici sinceri




ue amici, decidono di andare a passare una serata con una prostituta. Va il primo, paga e si apparta con la donna, dopo poco, torna dall'amico e dice, non mi è piaciuto, è molto meglio con mia moglie. Il secondo amico anche lui si apparta con la prostituta e quando torna dall'amico gli dice: hai ragione è molto meglio con tua moglie!!!!!


metafora umoristica.




Un tacchino selvatico, chiacchierava con un toro: mi piacerebbe tanto arrivare in cima a quell'albero, ma non ne ho la forza. Beh! perchè non mangi un po della mia cacca? Rispose il toro, è piena di cose nutrienti. Il tacchino becchettò un pò di cacca e scoprì che di fatto gli aveva dato forza sufficiente, per arrivare al primo ramo dell'albero. Il giorno dopo mangiato un altro po di cacca, arrivò al secondo ramo. Dopo un paio di settimane, il tacchino era fieramente appollaiato sulla cima dell'albero. Ma fu visto subito da un cacciatore, che lo abbattè.

Morale: Mangiando cacca puoi arrivare in cima, ma non è detto che ci resti...

Meditate gente, meditate!




Il capo sono io.




Quando fu creato il corpo umano, ogni suo organo voleva essere il capo.
Il cervello disse: Il capo devo essere io, perchè controllo tutte le funzioni del corpo.
Risposero i piedi: Noi dobbiamo fare i capi, perchè portiamo il corpo dovunque.
Le mani dissero: nossignori! noi dobbiamo fare i capi, perchè facciamo tutto il lavoro e portiamo i soldi a casa.
Questa storia andò avanti per ore, protestarono il cuore, i polmoni, gli occhi, insomma, tutti volevano comandare. All'improvviso alzò la voce, il buco del sedere, ovviamente lo fecero tacere a forza di risate, allora il buco del sedere offeso si mise in sciopero e chiuse bottega, smettendo di adempiere alle sue funzioni.
Ben presto gli occhi divennero strabici, alle mani vennero persino i crampi, i piedi inciampavano, il cuore fibrillava, i polmoni ansimavano ed il cervello aveva persino la febbre. Quando si resero conto, che così non potevano andare avanti, si arresero, votando all'unanimità: il capo era il buco del sedere.
Le varie parti si accollarono ognuno il proprio lavoro e il sedere si limitava a produrre cacca.
Morale: Per fare il capo, non serve cervello, Ma basta saper fare lo "stronzo".

mercoledì 14 luglio 2010

Anche le tartarughe............


AMANTI

CLANDESTINI!!!!!

I cinque sensi.





lcune barzellette, non si possono raccontare con grazia e cambiando le parole, perchè perderebbero quel certo non so che e non darebbero più quel risultato, che fa ridere tanto che è proprio lo scopo della barzelletta. Questa è una di quelle.
Santuzzo, come andò la tua prima notte di nozze con Carmelina?
Minchia... cose turche ci fici! Dimmi, dimmi! L'amore con tutti e cinque i sensi le feci provare!
E che vuol dire l'amore con tutti e cinque i sensi!
Con la vista tutta la ammirai... con il tatto tutta la sfiorai...
con l'olfatto tutta la odorai e con il gusto TUTTA la assaporai!
Ma hai detto cinque sensi! manca l'udito!
Lu dito? E lu dito ntò culo ci ficcai!!!

Pilloline di saggezza: Le gioie devono essere cercate presso la propria casa e non nella casa degli altri